Home » CRONACA, Prima pagina

Arrivano i nuovi cassonetti per i rifiuti

Meno isole ecologiche, ma cassonetti più funzionali e “intelligenti”, in grado di riconoscere i rifiuti non idonei e più silenzioni. E’ la nuova campagna della raccolta differenziata che partirà a breve e che è stata presentata dall’assessore all’Ambiente Filippo Busin. “Il tutto si sarebbe potuto realizzare anche qualche mese prima – spiega l’assessore all’ambiente Filippo Busin – ma abbiamo preferito percorrere una strada forse più lunga ma più razionale che ha coinvolto altri comuni consentendoci di ridurre i costi. Oltre a Thiene, anche Zanè, Chiuppano, Carrè e Caltrano si doteranno dei nuovi contenitori. Così è stato possibile acquistare un maggior numero di cassonetti ottenendo uno sconto che, nonostante gli aumenti, ci consente di pagarli ad un prezzo inferiore rispetto a due anni fa. Un’azione collegiale che ci fa risparmiare circa 20mila euro. Inoltre viene ammortizzato meglio anche il costo del nuovo mezzo con specifiche dotazioni che Greta, società di cui è socio il Comune di Thiene, dovrà acquisire per effettuare il servizio di svuotamento”. Sono 270 i nuovi cassonetti acquistati per Thiene, per una spesa complessiva di 298mila. Quelli attualmente posizionati in piazze e strade verranno per la maggior parte dismessi. Un centinaio, quelli nelle migliori condizioni, saranno conservati e depositati nell’ecostazione di via Liguria per essere ancora utilizzati. Con i nuovi contenitori di carta, multimateriale e vetro il comune potrà ridurre il numero delle isole ecologiche e dei cassonetti sul territorio visto che garantiscono una maggiore capacità.
La nuova riorganizzazione delle isole ecologiche verrà comunque monitorata. Una comunicazione sulla nuova dislocazione dei cassonetti è già stata inviata ai comitati di quartiere e viene presentata anche negli incontri in corso in questi giorni con sindaco e giunta. “Le modalità di conferimento comunque non cambiano – conclude l’assessore Filippo Busin – anzi, invitiamo i cittadini ad accedere al sito del comune o a rileggere l’opuscolo di istruzioni già consegnato alle famiglie per ricordare come avviene la raccolta differenziata”.