Home » Prima pagina, Senza categoria

ASS. NAZIONALE ALPINI

Nel numero speciale del 70° di fondazione  per i “CENNI STORICI”,

il Col. Liberale Tonus scrive: (Da testimonianze di Valerio Caroti
e Alfredo Bortoloso  oltre, da Articoli tratti dal giornale Sezionale “Alpin fa grado.)

Nel numero speciale del 70° di fondazione  per i “CENNI STORICI”, il Col. Liberale Tonus scrive: (Da testimonianze di Valerio Caroti e Alfredo Bortoloso  oltre, da Articoli tratti dal giornale Sezionale “Alpin fa grado.)

La costituzione ufficiale di Schio è avvenuta nel settembre 1923, a Pian delle Fugazze, alla presenza di molte autorità, Alpini e con la partecipazione di tutte le Sezioni Vicentine. La cerimonia inizia al mattino all’Ossario, ove l’alpino don Pietrobon celebra la Messa e benedice il gagliardetto portato dalla madrina signora Maria Gragnotto sorella di un caduto sull’Ortigara. Presidente della Sezione è il cav. Fochesato e l’alfiere è Emilio De Munari. In effetti, la Sezione era nata nel 1922 e comprendeva i Gruppi delle Valli del Leogra e dell’Astico; e precisamente: Valle dei Signori, Torrebelvicino, Piovene Rocchette, Arsiero in tutto 300 soci di cui 52 iscritti al Gruppo si Schio. Primo Presidente fu il Magg. Igino Suppi, coadiuvato dagli alpini Giuseppe Garuzzi (che in seguito fu nominato Capogruppo di Schio), Giuseppe Caicchiolo, Lucini, Schiapparelli, Pietribiasi e altri. Nel giugno del 1926 i soci della Sezione di Schio sono 96 (Vicenza ne conta 56). Il 26 settembre 1926 la Sezione di Schio con 150 soci e fanfara, guidata dal Presidente cap. Dal Brun, sale sul Pasubio. L’avv. Cesare Dal Savio tiene il discorso ufficiale. Il 1931 segna un radicale mutamento di tutta l’A.N.A.

Il nuovo ordinamento prevede il trasferimento della Sede Nazionale da Milano a Roma e modifica anche l’organizzazione e la denominazione delle Sezioni e dei Gruppi. La Sede Nazionale diventa 10° Rgt. Alpini; le Sezioni diventano Battaglioni, e i Gruppi Plotoni. La Sezione di Schio diventa Btg. “Monte Pasubio”. Inoltre con la nuova organizzazione i Btg. (Sezioni) devono essere comandati fa Ufficiali. Il 15 maggio 1932 è costituito il nuovo Consiglio Sezionale. È nominato Comandante il Magg. Igino Suppi. Consiglieri: Cap. Emiliano Lucini, Ten. Luigi Pietribiasi, Ten. Enrico Schiapparelli, Serg. Livio Andriolo, Serg. Giuseppe Garuzzi; segretario: Cap. Umberto Caicchiolo. Fanno parte del Btg. (Sezione) di Schio i Plotoni (Gruppi) di: Arsiero, Magrè, Pievebelvicino, Malo, Piovene Rocchette, Torrebelvicino, Valli del Pasubio, Santorso e Monte di Malo. Il 15 aprile 1935 il Cap. Lucini sostituisce il Magg Suppi alla Presidenza della Sezione e Tullio Gramola sostituisce il Ten Tomasi nella responsabilità del Gruppo di Magrè. Nel 1940 incomincia la seconda guerra mondiale e ancora una volta gli Alpini sono protagonisti in vari fronti.

Terminata la guerra (1945), gli Alpini vicentini sono già all’opera per ricostruire le Sezioni. La prima a ricostituirsi è quella di Vicenza: 27 giugno 1945. Anche a Schio gli Alpini prendono l’iniziativa per riorganizzare la Sezione. Agli inizi del 1948, su invito dell’Avv. Caroti Valerio, prende corpo l’iniziativa per la rifondazione della Sezione.

La riunione avvenne al Teatro Jacquard, dove di fronte agli alpini ancora stanchi e delusi, il Caroti seppe ridare fiducia e fede per la sua costituzione. Dopo quella riunione, e precisamente nel marzo del 1948, i maestri G.B. Pozzan, Mino Facci e G. Italico Fontana, assieme agli altri alpini si riunirono all’Albergo Due Spade e sottoscrissero il verbale di ricostituzione della Sezione di Schio. L’Assemblea che ne seguì (circa 70 partecipanti) elesse Presidente l’ing. Luigi Capozzo.

Il 1° maggio 1956 fu organizzata a Schio l’Adunata del “Val Leogra”.

Il discorso celebrativo è tenuto dal Cap. Vidoni. Nel novembre del 1959 si ricostituisce il Gruppo di Magrè che è denominato appunto “Gruppo Alpino Magrè”. Capogruppo è Nicolini con 62 iscritti.

Nel 1960 anche a Schio, che ha cessato di essere Sezione, è ricostituito il Gruppo. Capogruppo è G.B. Pozzan.

Il 20 maggio 1961 i Gruppi di Schio e di Magrè decidono di fondersi e di creare il Gruppo di Schio che verrà d’ora in poi denominato Gruppo “Val Leogra”. Capogruppo è Vicolini Smeraldo e segretario Bortoloso Alfredo.

Nel 1963 è nominato Capogruppo Nicola Cingerle. Il 4 settembre 1966 il Gruppo “Val Leogra” organizza l’Adunata Sezionale. Partecipa il Ministro della Difesa on. Tremelloni, il Capo di Stato Maggiore Gen. De Lorenzo, molti parlamentari e Autorità e migliaia di Alpini hanno festeggiato gli Alpini in Armi. La sfilata era aperta dalla fanfara dell’Orobica e da un picchetto armato di Artiglieri da Montagna. Nel 1967 il Gruppo programma per le Donne l’istituzione del “Club Donne Alpine”. Saranno insignite di targa e pergamena al merito quelle che hanno collaborato per la preparazione delle manifestazioni alpine. Nel 1971 è eletto Capogruppo Bortoloso Alfredo. Il 7 marzo 1971 il Gruppo organizza a Pian delle Fugazze il secondo campionato di sci, che è vinto per la seconda volta consecutiva dal Gruppo di Schio. Nel 1974 G.B. Pozzan è eletto Capogruppo. Il 28 – 29 settembre del 1974 il Gruppo è presente a Francoforte per l’inaugurazione della Sede di quel Gruppo. Nel 1978, alla Caserma “Pietro Cella”, è inaugurata una lapide dedicata alla memoria della Prima Medaglia d’Oro Alpina. Nel 1979 è eletto Capogruppo Foletto Piergiorgio e sotto la sua direzione è organizzata il 20 settembre del 1980 la riuscitissima Adunata Sezionale alla quale hanno partecipato il Presidente Nazionale Franco Bertagnolli, parlamentari e autorità varie, L’imponente sfilata ha attraversato le vie della città tra due fitte ali di spettatori. In questa circostanza, gli alpini scledensi nell’intento di fare cosa utile per la comunità, decisero di ristrutturare, a loro spese, l’ex Ambulatorio Rossi già destinato alla demolizione. E’ stato un lavoro molto impegnativo dal lato strutturale e oneroso per quello economico. Infatti, trattandosi di un autentico gioiello architettonico, si sono dovute rispettare tutte le disposizioni volute e imposte dalla Sovrintendenza alle Belle Arti.

Nel 1987 subentra a Foletto il Col. Liberale Bonus, che dopo poco tempo costituisce il Gruppo di Protezione Civile composta di tre squadre Operative, una squadra Servizi e una di Collegamento, per totale di 84 volontari che intervengono nell’ambito dell’Amministrazione Comunale di Schio; quarantaquattro sono gli iscritti alla Protezione Civile A.N.A. di Vicenza e 11 fanno parte del Pronto Intervento Sezionale. Sono presenti attivamente in tutte le iniziative Sezionali; dall’alluvione di Alessandria, Asti, in Versilia, Foligno, Capodacqua, Sarno e Aosta, Bergerac (Francia), Kukes (Albania), San Giuliano, in Abruzzo, Liguria e terremoto a Cento. Nel 1993 in ricorrenza del 70° di fondazione il Gruppo organizza anche l’Adunata Sezionale. Nel 2003 per festeggiare gli ottanta anni di fondazione il Gruppo, il 120° della Costituzione del Btg. Alpini “Val Schio” e l’Adunata Zonale chiedono e ottiene dall’Amministrazione Comunale il permesso di ripulire il piazzale della Caserma Cella, infestato sterpi e piante selvatiche cresciute dopo la dismissione operativa. Per l’occasione la Sfilata Sezionale termina nel piazzale della Caserma Cella, dove si può osservare tutto il suo fascino. Nel 2005 il Gruppo è impegnato nell’organizzazione del 1° Pellegrinaggio Nazionale sul Monte Pasubio con la presenza del Labaro Nazionale, il Presidente Corrado Perona e il C.D.N. Questa cerimonia a carattere Nazionale ha cadenza ogni 5 anni.

Nel 2006 è eletto Capogruppo Rossato Ruggero. Nel 2008 tutta l’A.N.A. è chiamata a ricordare il 90° della fine della Grande Guerra e per l’occasione ancora una volta il Labaro Nazionale è presente sul Monte Pasubio. Nel 2010 in occasione del 2° Pellegrinaggio Nazionale, il Gruppo di Schio con la collaborazione del Gruppo di San Rocco di Tretto è protagonista nell’organizzazione della cerimonia. La prima domenica di settembre del 2011 con una cerimonia Sul Pasubio è celebrato il 50° anniversario dell’inaugurazione della Chiesetta di Santa Maria del Pasubio voluta da Don Francesco Galloni “l’Angelo del Pasubio”.

Il Gruppo partecipa in modo determinativo alla sistemazione della Strada delle Gallerie, operazione questa che è ripetuta ogni anno, dove collaborano anche tutti gli altri Gruppi della Val Leogra. E’ presente attivamente in molte iniziative sociali sempre con lo spirito che anima l’A.N.A. cioè essere utili e operare nella società in cui viviamo.

E’ storia recente: dal 2012 il Capogruppo è Nadir Mercante …. E stiamo lavorando per organizzare un grande Raduno Triveneto nei giorni 14 – 15 e 16 giugno 2013.

G.B.G.